Ecco a voi il mio amico oculista roberto dott. polito. Ci siamo conosciuti a Padova, lui quasi laureato in Medicina e Chirurgia ed io giovane matricola di Ingegneria. Si è specializzato ed è stato assistente volontario presso la Clinica Oculistica dell'Università di Padova. Successivamente ha lavorato presso l'Ospedale di Catanzaro. Dal 1978 lavora presso l'Ospedale di Locri.Cmq per notizie vai a chi sono?. Ancora esisteva la goliardia e con lui a Padova ne abbiamo fatte di cotte e di crude. Appena sono arrivato al Murialdo da Riace e ancora non conoscevo nessuno, subito lui s'è presentato a me come un burbero mangiamatricole settentrionale, parlava con accento veneto e fingeva così bene tanto che ci ho creduto e mi son preso di paura. Poi s'è rivelato per quel che effettivamente era, un calabrese doc con una gran voglia di scherzare. Da allora è nata tra noi una grande amicizia ed è diventato il mio medico personale; io spesso, per la lontananza da casa, dalla famiglia e per il pensiero della mia fidanzata rimasta a Riace, accusavo i disturbi più vari ma la sua medicina e la sua allegria mi tenevano su. Tra i tanti scherzi voglio raccontarne uno: una sera che non stavo tanto bene, lui gentilissimo s'è offerto d'accompagnarmi nella mia camera. Arrivato nella camera, con mia grande sorpresa , ho trovato un altro nella "mia stanza"! che s'è pure arrabbiato perchè eravamo entrati senza bussare; avete capito? . . . La stanza era di un altro e il mattacchione Roberto, che se la rideva a crepapelle, mi aveva accompagnato alla stanza corrispondente alla mia ma . . . di un altro piano. Lui è esperto in informatica e costruzone siti e mi sta dando una mano.